Il parere di sisal sulla crescita del gioco online

gioco d'azzardo online

Prima di parlare della eventuale futura crescita del mercato del gioco online, bisognerebbe tracciare delle somme su quello che l’online è, oggi: 85 operatori presenti. La spesa per questo segmento è di circa 800 milioni annui, di cui 200 milioni si “volatilizzano” in tasse: ne restano 600 milioni da ripartire sugli attuali operatori e, più o meno, fanno 7 milioni di fatturato medio annuo. Troppo poco, visti i costi ricorrenti, e sicuramente poco sostenibile. Questi sono i dati sui quali riflettere e lo fa un operatore, Sisal, tra i più affermati e richiesti: Sisal pensa che vi sarà senz’altro una riduzione del numero degli operatori a fronte, però, dell’allargamento del mercato considerato che l’incidenza dell’online sul complessivo gioco in Italia si attesta al 5%, mentre in Francia è del 10% e nel Regno Unito è attorno al 15%. Quindi, proprio il comparto online in Italia, è “destinato” a crescere… bisognerà vedere come ed in che forma.

Il 2015 ha dimostrato di essere un anno che ha portato il gioco online alla crescita, dopo anni di crisi, e tutti gli operatori hanno dimostrato una grande sensibilizzazione nei confronti delle problematiche legate all’abuso del gioco ed hanno cercato di contrastare il rischio di dipendenza, sopratutto, guardando con un occhio di riguardo i giovani ed i più sensibilmente influenzabili. Naturalmente, questa sensibilizzazione deve partire dalle aziende leader nel settore e proprio Sisal, sotto questo profilo, sta facendo tantissimo e ci sta lavorando ancora. Sisal ritiene che il mondo del gioco online deve guadagnare credibilità ed affidabilità da parte del “pubblico” ed è più che convinta che quando il gioco, come tutti gli altri affari, crea divertimento e non situazioni di disagio… ci guadagnano proprio tutti, sopratutto l’industria del gioco, ma anche il cittadino-giocatore.

Bisogna, però, essere sempre presenti per cogliere qualsiasi piccola percezione di pericolo dei clienti: e questo viene supportato dalle mini survey ed i Big Data accumulati nel tempo. Sisal si fa forte dei suoi supporti di controllo e può far riferimento alla propria clientela che l’accompagna ormai da anni, sin dal 2004, mentre la più grande parte dei giocatori è presente al suo fianco da oltre quattro anni. Sono dati che consentono di avere una customer base molto consolidata, costante e che permette di offrire un gioco il più possibile in linea con quello che viene richiesto dalla clientela.

Non si può pensare a Sisal senza pensare alla “vecchia schedina” ed a come si è rinnovata. Sta diventando digitale grazie agli smartphone, strumento tecnologico che “è posseduto” dalla stragrande maggioranza dei giovani, e questa secondo Sisal è la strada giusta da percorrere, insieme alla possibilità di offrire una esperienza di gioco rivolta anche alla “tradizionale” clientela, quella non propriamente giovanissima. Altro esempio che non si può non evidenziare è il SuperEnalotto: con la nuova App di Sisal la combinazione “vincente” si può ottenere scuotendo il cellulare… È una grande novità da offrire proprio alla clientela “tradizionale”, appassionata a questo gioco. Il 95% della spesa degli italiani è fatta attraverso il retail ed è proprio qui che Sisal vuole puntare per il futuro essendo convinta che l’esperienza dell’online possa apportare tantissimo e possa offrire un’esperienza di gioco anche sociale oltre che di intrattenimento e divertimento. Sisal, come sempre, all’avanguardia ed alla caccia di un futuro ormai prossimo di un gioco online più che mai “disponibile” ad offrire sensazioni e percezioni… sempre più intense.